29/06/18

Quality Gate

Uno dei momenti più belli del mio lavoro sta diventando il "Quality Gate".
E' il momento della verità, in cui si decide se la nuova funzionalità o "business need" come ci piace definirla, è robusta abbastanza da meritare di essere consegnata ai Clienti che la potranno utilizzare nelle piattaforme digitali.
Lo sviluppo di una business need può durare anche parecchie settimane, se particolarmente complessa.

A me piace osservare e ricordare i momenti salienti che l'hanno caratterizzata per rendermi conto di quanta "umanità" è stata prodotta.
Dal primo giorno in cui abbiamo affrontato i ragionamenti con il NABC (ricordate Need, Approach, Benefits, Competition) agli ultimi in cui abbiamo deciso sulle soluzioni da apportare ai bug rilevati nei test.

Lavorando in una grande azienda, dove la digitalizzazione è in costante aumento, si ha l'opportunità di entrare in contatto con tantissime persone, ruoli, team, consulenti, manager.
Le professionalità, ma soprattutto gli stili sono davvero variegati, per cui amo personalizzare il rapporto per cercare di trarre qualcosa da ognuno di loro.

Spesso mi piace cercare modi diversi di coinvolgimento e questa settimana sono stato particolarmente soddisfatto dell'atteggiamento di molti al "Quality Gate". Sarà stata una domanda diversa dal solito che ho posto, ma sono stato quasi piacevolmente sorpreso dal vedere che ognuno staccava gli occhi dal suo pc per offrire quello spunto e quel gesto di attenzione nei confronti dei clienti per effettuare quel controllo in più o quella ulteriore miglioria.

Ogni volta è sempre meglio, l'affiatamento tra i team è altissimo, ma noto che anche l'introduzione delle persone nuove avviene con insospettabile facilità, dovuta all'attenzione di molti.

C'è un mondo di lavoro da fare, soprattutto nella digitalizzazione, coinvolgendo le persone nel giusto modo può rivelarsi davvero differenziante.

Ricordate di chiedere sempre ai vostri collaboratori "Tu cosa ne pensi?" Vi regaleranno spunti a cui non avevate pensato e vi proteggeranno da errori che state per commettere.

Adoro tutte le squadre con cui lavoro e che mi sopportano!




Posta un commento