23/10/15

Come riconoscerli per allenarli al meglio


Chi mi legge conosce la mia passione per lo sport e per il mio lavoro. Frequentando campi, palestre e tribune, ma anche ambienti di lavoro diversi ho modo di osservare gli atteggiamenti piu' diversi.
Il coaching ha cambiato il mio modo di osservare e credo anche il mio atteggiamento.
Un bel libro che mi sento di consigliare ad allenatori, persone che hanno un ruolo in una squadra, ma, perche' no, anche responsabili di piccoli e grandi team in azienda e' "PNL per lo sport", di cui potete cortesemente votare la recensione su Amazon qui.
Per chi ha già frequentato corsi di PNL rappresenta un buon ripasso, per gli sportivi un'occasione di riflessione su tutti gli aspetti migliorabili della propria performance.
Oltre al capitolo 3 dedicato alle strategie di preparazione efficaci, uno dei miei cap preferiti e' il 4, Pre-eseguire mentalmente dove si descrivono utili esercizi di avvicinamento all'evento.
Il capitolo piu' bello in assoluto e' il 10, 'creare un approccio di successo' che avrei chiamato in modo diverso, ovvero "come riconoscerli, come allenarli", in quanto sono dettagliatamente spiegati 11 diverse tipologie mentali di atleti. E' capitolo fondamentale per allenatori e chiunque abbia un ruolo in una squadra, saperli riconoscere significa allenarli per valorizzarli al meglio.
Quante volte vi siete chiesti "che tipo di atleta o collaboratore ho di fronte?" "come posso allenarlo al meglio?"
A giudicare da quel che vedo molti allenatori o responsabili privilegiano di più il loro atteggiamento pensando che possa andar bene per chi li ascolta, ma i coach più bravi sono senza dubbio quelli che si mettono dalla parte del loro allenato e per farlo e' un buon metodo iniziare dal riconoscere che sono tutti diversi.
In questo libro ve ne sono descritti accuratamente 11, può incuriosirvi? Leggetelo!
Posta un commento