03/09/15

Ciao mio CAPITANO


Chi l'ha vissuta in diretta l'ha ancora scolpita nella mente.
Sono passati 26 anni da quella notizia di Sandro Ciotti che non avresti mai voluto sentire "E' morto Gaetano Scirea", rimane nella memoria, indelebile.
Chi non lo ha conosciuto ha perso un esempio a cui ispirarsi, un modello da seguire.
Ogni tanto, quando faccio coaching a qualche giovane calciatore, faccio sempre la fatidica domanda "C'è un calciatore a cui ti ispiri?"
Senza nulla togliere a tutti i calciatori che sento nominare mi viene sempre da sorridere quando sento le risposte più strane relative ai modelli e agli esempi che vengono scelti.
Quando la facevano a me. quella domanda, mai un tentennamento, la mia risposta era sempre la stessa "Gaetano Scirea".
Avevo scelto lui non solo per la sua classe infinita, ma anche per il suo stile, la sua eleganza, i suoi modi di fare.
Quanto ci manchi, chissà quante cose belle avresti potuto fare, quanto avresti potuto insegnare.
Il candidato giusto per la Fifa, per esempio, avresti potuto essere tu.
Il difensore che, sempre a testa alta, arrivava nel cuore dell'area avversaria e serviva l'assist per un urlo leggendario.
Avevo iniziato il post mettendo l'annuncio di Sandro Ciotti, ma voglio ricordarti invece con la tua cavalcata meravigliosa.
Sarai sempre il mio esempio di stile, ciao CAMPIONE.





Posta un commento