29/07/15

WHY AN OPEN-MINDED WORK CULTURE MATTERS


Ci sono letture che capitano al posto giusto, al momento giusto.
Mi è capitato tra le mani questo articolo che vi consiglio caldamente di leggere.
Mi sono annotato "... Learning about each person and making them feel safe and accepted is part of that process, and it's crucial for developing a team that sticks together and delivers." cosi come "...Learning how to communicate with different personalities, understanding workplace issues minorities face, and adopting management styles that encourage those things can go a long way—not just in the workplace but outside it, too."

Riflettevo proprio su questo non solo per le mie esperienze di lavoro, ma anche osservando ieri sera una semplice riunione di un nuovo gruppo di lavoro, formato da un nuovo presidente di una squadra di calcio e il suo staff di collaboratori per quanto riguarda il settore giovanile.

Realtà differenti, dove i concetti sono validi ad ogni latitudine.

"..In a study published in the Academy of Management Journal, managers who create a culture where they put their employees’ needs over their own saw improvements in customer satisfaction, higher performance by employees, and lower turnover rates.
Company leaders know they need to invest in their employees in order for business to thrive."

Osservando, sembra semplice, ma ci vogliono tante energie per sviluppare una cultura open minded.
Ritenete che in Italia si possa lavorare per ampliare una cultura di questo tipo?




Posta un commento