08/11/14

Parliamo di calcio? Può essere utile per il proprio lavoro?

Ho letto il libro di Michel Platini, un racconto intervista effettuato dal giornalista francese Gerard Ernault.
Il libro mi è piaciuto (4 stelle nella mia recensione su Amazon, che potete leggere e votare qui) e lo consiglio a tutti quelli che hanno a che fare in qualche modo con il calcio e a cui l'autore si rivolge: calciatori ovviamente, ma anche allenatori, dirigenti, genitori, tifosi, sponsor, etc...
Si comprende nel libro la passione di Michel per il gioco del calcio, inteso davvero solo come un gioco, prima che un prodotto o un mercato.
Dovrebbero leggerlo anche tante persone che lavorano, perchè tanti potrebbero imparare dalla passione che infonde Platini, ma soprattutto dalla visione che ha sempre avuto nel tempo.
Il tema della visione è un aspetto che tanti dovrebbero porsi, dove va il mondo, dove va il mio settore, dove vorrei portarlo?
Il calcio oggi è 5 continenti, 209 federazioni, 270 milioni di praticanti, un miliardo di tifosi ai suoi piedi e rappresenta la diciassettesima azienda di economia mondiale e Platini sta dando indirizzi al calcio per non farlo deragliare, ma anzi prosperare se possibile.
Belli i riferimenti all'arbitro: quel che il mondo dei tifosi gli rimprovera è di non essere come Dio in terra: infallibile... ma oggi è più facile per un arbitro, che per un genitore o un professore, farsi rispettare. forse un giorno la società civile mutuerà dal calcio regole e comportamenti
Posta un commento