28/10/13

Pagamenti senza contante , con lo smartphone


Reduce dall'apertura del nuovo negozio Comet di Casalecchio (anche in una zona dove siamo molto conosciuti, a giudicare dal numero di carte fedeltà aperte, ci sono venute a trovare tantissime persone nuove) ritorno in ufficio con un pensiero fisso: ancora troppi, per non dire troppissimi, sono i pagamenti con denaro contante.
Di chi la colpa? Nel mio piccolo credo che si sia ancora molta pigrizia da parte del sistema bancario che non incentiva l'uso di sistemi alternativi, forse perchè conscio di avere ancora molti problemi a livello di sicurezza?

Nel mio piccolo cerco sempre di incentivare azioni tese a disincentivare il pagamento in contanti, per cui voglio raccontarvi quanto accaduto qualche giorno prima dell'apertura.

Casualmente mi arriva a casa il rinnovo di una carta di credito che mi annuncia di poter godere del nuovo servizio Pay Pass, ovvero di poter pagare Contactless.
Immediatamente mi attivo con i colleghi per avere nuovi pos che accettino Pay Pass almeno nel nuovo negozio. Senza il mio intervento ci avrebbero mandati quelli standard (perchè non proporceli?).

Chiedo quindi di avere una locandina reclamizzante il servizio cosi come ho visto in Autogrill e all'Esselunga dove ho immediatamente sperimentato con successo il fatto di appoggiare la carta al pos e di non firmare per importi sotto i 25 euro.
Il gestore dei Pos mi manda la locandina dove appare ben visibile "ricorda che puoi pagare anche con lo smartphone". Cavolo, mi dico, facciamo subito un bel titolo con "in Comet puoi pagare anche con lo smartphone", poi però mi chiedo come avverrebbe normalmente, cosa dovrebbe fare il cliente e quindi richiamo in banca e mi viene risposto "bhe il cliente lo sa come fare..." "scusa ma io sono il cliente, ho la carta paypass ma non so come fare... nessuno me lo ha detto..." .Morale è reclamizzato il servizio, ma nemmeno in banca ti sanno spiegare.

Ovviamente non mi arrendo e scalo in alto. Grazie a contatti arrivo nei piani alti della banca, dove mi vieno spiegato che:
- le carte paypass, ad ottobre 2013, abilitate, sono neanche il 3%
- per pagare con il cellulare il cliente dovrà in futuro, non attualmente, chiedere alla banca la sim abilitata e dopo aver associato la carta di credito sarà in grado di poter pagare.
Pare che in questo momento ci sia tra l'altro battaglia tra operatori bancari e telefonici per capire chi avrà il controllo della distribuzione delle sim e ci siano, ancora molti test da effettuare.

Se volete, care banche, mi rendo disponibile per farvi da tester, però forza, altrimenti un giorno arriverà google e di voi non ci sarà bisogno perchè avrà già fatto tutto lui attraverso il google wallet, soprattutto metteteci un po' di preparazione in più, non mi aspetto di vedere dichiarazioni come quella e che pochi sappiano spiegarla.
Persino Fineco è rimasto spiazzato dal mio tweet, ovvero mi ha risposto spiegandomi paypass, ma non ha replicato alla mia ulteriore richiesta di pagamento con lo smartphone.

Forza un po' di energia, la battaglia la si gioca sul telefonino e anche con quello dobbiamo eliminare il contante, vera piaga di questa Italia.
Per fortuna sembra che lo abbiano capito le carte come Mastercard e quindi si stiano muovendo loro.

Posta un commento