17/06/13

A cosa servono le mappe di Tony Buzan

Nel week end uno dei miei lettori di Linkedin mi ha detto di aver visto una mia recensione sulle mappe di Tony Buzan e mi ha chiesto se sono un software, un approccio progettuale, etc...
Ho risposto molto volentieri indicandogli il libro da cui ho imparato l'approccio e il software imindmap che utilizzo.
Ritengo che sia soprattutto un approccio che aiuti a sintetizzare e a memorizzare. Lo trovo molto utile tanto che nei ritagli di tempo sto mappando vari argomenti, in modo che tante informazioni siamo a portata di mano, mia o di altri che diventano ogni giorno sempre di più.
Qui sotto ho elaborato un esempio.

Tanta parte della mia giornata lavorativa è dedicata al commercio elettronico. Ogni tanto qualcuno mi chiama, mi scrive, mi chiede un consiglio, vorrebbe parlare con qualcuno, etc... Possono essere colleghi, fornitori, amici, competitor, etc...
Diventa fondamentale avere aziende e persone da aggiornare, condividere, modificare, sollecitare, etc...
Qui sotto per esempio mi sono fatto la mia mappa dedicata a websphere, un foglio solo, ma ci sono tanti punti di riferimento, tante relazioni, tante opportunità.
Chiunque mi chiami, apro la mappa e so già competenze, contatti, etc... di ognuno.
Ecco a cosa servono le mappe e con imindmap fai tutto in 5 minuti.

Voglio realizzare la mia mappa degli argomenti, per avere infatti sempre sotto controllo il mio network, sono un po' i miei stakeholder!

Scusate se insisto, ma provate le mappe di Tony Buzan, sono uno degli strumenti più formidabili che abbia mai utilizzato.



Posta un commento