11/05/13

Sogni professionali da realizzare

Questa settimana mi hanno colpito diverse cose, ho avuto e organizzato diverse riunioni, tutte con persone interessantissime. Trovo che nel mondo del lavoro ci siano davvero tanti appassionati che dedicano al loro lavoro tante energie e tanta dedizione, peccato che a volte raccolgo tanti racconti che mettono un po' di tristezza. Tristezza da tanti punti di vista, economico e umano, perchè si tratta di "sprechi", determinati dal fatto che molte persone, dotate di passione, non sono messe nelle condizioni di rendere al massimo.
Non credo sia nemmeno tanto colpa delle aziende, perchè sicuramente per tanti passionali, tanti desiderosi di dare tanto al lavoro, ce ne sono sicuramente altrettanti restii a dare tanto e a fare forse il minimo indispensabile quando va bene.
Da qui, credo, in questi anni, l'impoverimento determinato dai processi, che spesso sono creati apposta per controllare gli standard di cui ci si vuole dotare. Spesso, però, cosi facendo, non si fa altro che preoccuparsi degli standard minimi, mentre invece ci si potrebbe dedicare di più agli standard massimi.
Ultimamente penso sempre, in ogni progetto, a quanto avremmo potuto fare  di più e meglio. Analizzo con attenzione quanto realizzato, ma ad ogni analisi trovo sempre che spesso si sarebbe potuto fare di più.
(e qui mi sa che è anche colpa del mio ruolo di osservatore arbitrale, analizzo i progetti con spirito critico proprio come faccio con gli arbitri che vado a giudicare nelle loro partite)

Ecco quindi che i miei incontri vanno sempre nella direzione di trovare qualcosa di più, qualcosa di migliore, qualcosa di nuovo. In questi anni trovo che il confronto con i migliori del mercato sia sempre quello più giusto, inutile accontentarsi di essere bravini, bisogna aspirare a fare il meglio in assoluto con le risorse che si hanno a disposizione.
Questa settimana in particolare ho avuto la fortuna di passare 2 ore con una persona di una società di consulenza tra le migliori a livello mondiale, che mi ha acceso un sogno.
Poi ho fatto una chiacchierata con un'altra persona che mi ha coinvolto in un progetto che sta per debuttare in Italia, dopo essersi affermato in altri paesi.
Inoltre alcuni miei fornitori si sono dimostrati all'altezza delle mie aspettative su un paio di progetti.
Dietro a piccoli cambiamenti di rotta nelle strategie aziendali ci sono sempre tante riflessioni, tanti confronti, tanti strumenti che si cercano e di approntare e affinare.
Il mio lavoro è splendido perchè ogni giorno ho la fortuna di cimentarmi in qualcosa di diverso e posso sempre quindi cercare di incontrare persone diverse che ti danno sempre qualcosa, anche solo quando ti mandano un'offerta o una presentazione aziendale.
Il confronto è una delle cose migliori che ci sia, perchè ogni giorno che passa imparo a valutare sempre meglio con chi si può progettare e con chi è meglio soprassedere. Tanti con i quali mi trovo splendidamente noto che sono dotati della mia stessa passione.
Care aziende fidatevi di chi ci mette l'anima, vi porteranno lontano, perchè hanno sogni da realizzare.
E non sapete quanti, anche nel tempo libero, non smettono di adoperarsi per risultare all'altezza. Io, nel mio piccolissimo, anche questo sabato mattina, ho deciso di investire tempo e soldi per conquistare un'altra piccola competenza che, secondo i miei disegni-progetti-sogni, mi sarà indispensabile per il futuro.

Ho alzato l'asticella, a marzo 2014 verifichiamo se ho visto giusto.
Ps: quasi mi dimenticavo, anche questa settimana ho fatto scoprire a un responsabile marketing di una nota azienda, persona molto brava, gli straordinari strumenti di google plus, mi ha ringraziato!
Posta un commento