24/05/13

Meglio una recensione o un database curato?


Finalmente ho avuto modo di completare una recensione su Tripadvisor di un agriturismo in cui sono stato di recente.
Il ristoratore (donna) del Cà Soave di Castello di Serravalle ci teneva in particolar modo e l'ho accontentato appena ho potuto.
La mia domanda sorge spontanea però: il ristoratore cura in tutti i modi possibili le sue attività di marketing o si accontenta della recensione su Tripadvisor solo perchè sa che è importante?
Dotandosi di un semplice Ipad e di un form in cloud su google potrebbe per esempio iscrivere i suoi clienti, richiedendo loro un dato di sms e email, potrebbe unirli a una sua cerchia google, settare ogni tanto un evento, mandare loro un invito per un sabato sera, etc... etc..
A volte sono le cose semplici quelle che funzionano di più per cui invito quel ristoratore (chissà se leggerà mai questo post) a non preoccuparsi tanto di pubblicizzare le recensioni su Tripadvisor, ma a fare qualcosa di più per coltivare il suo database.
Ieri all'Ibm Connect 2013 ho visto grandi mirabilie, possiamo fare tanto con tanti strumenti, ma tutto parte da un database ben curato dei nostri clienti, con le tante policy dedicate alla privacy.
Si possono fare mirabilie, inseguire azioni davvero di real time marketing, ma tutto parte da cose semplici, come database puliti e ben curati.
In conclusione andate a mangiare in questo bell'agriturismo, ve lo consiglio!


Posta un commento