15/03/13

Giocate e insegnate a giocare a scacchi

Ieri sera sono stato a un torneo di scacchi, un torneo non famoso, di paese, ma che si svolge già da diversi anni.
Per la prima volta ho visto i partecipanti in deciso calo, mancavano molti ragazzini degli anni precedenti, non c'era nessuna mamma ad accompagnare i figli al torneo.
Non credo dipendesse dalla crisi economica, come l'anno scorso era aperto anche a chi non aveva la tessera federale, per cui con 10 euro (6 se eri del circolo del paese) potevi partecipare a 2 serate con 6 partite.
Giocare dal vivo e' diverso dal giocare al computer (ci gioco ore di notte), e' più divertente, hai un'adrenalina diversa ed e' bello confrontarsi con le altre persone sulle varianti offerte dalle partite.
Poi ti può pure capitare di incontrare altri e-commerce manager e parlare di piattaforme consultandosi sulle reciproche scelte, ma questa e' un'altra storia.
Gli scacchi sono un,opportunità pazzesca per un bambino, lo allenano in quella caratteristica/capacità che oggi il mondo sta distruggendo: la concentrazione.
Ho sempre invidiato i paesi dell'est che l'hanno come materia di studio.
Cari genitori,se volete aiutare i vostri figli insegnate loro gli scacchi, sviluppano logica e fantasia come nessun altro gioco per iPad.
E osservateli nelle loro partite, ci troverete il loro carattere e vi ringrazieranno sempre per aver loro insegnato uno dei giochi più affascinanti del mondo. Fidatevi, meglio davanti alla scacchiera che alla TV o l'ipad, x quello ci sarà tempo.
Ieri mi sono divertito di più a portare una persona x la prima volta a un torneo che a giocare, x forza, ho perso malamente 2 partite seppur in buon vantaggio...

Posta un commento