14/03/13

Bisogni social

Stamattina ho partecipato in hangout a una bella presentazione su un servizio social  che potremmo sviluppare in futuro per i nostri clienti. Ho chiesto pareri ad alcuni colleghi che hanno dimostrato entusiasmo per la mia proposta.
Quando ho spiegato come si sarebbe poi dovuto tradurre ho riscontrato meno entusiasmo perche' c'era del lavoro in più da fare, "però lo faremo!".
Ho reso disponibile di recente, attraverso lo splendido nuovo google drive, un nuovo processo che prevede la collaborazione tra tanti, molti entusiasti solo qualche scontento per via di dover adottare uno strumento nuovo (i soliti anti novità).
Fin qui tante situazioni normali nelle aziende di oggi, dove gli strumenti social cloud si stanno insinuando creando opportunità.
Non si riesce a trovar soluzione invece x problemi "impellenti". Capita infatti che ci sia chi deve svolgere mansioni di fronte end e abbia necessità fisiologiche, dovendo garantire il servizio qualcuno deve staccare un attimo e sostituire il collega. Non si ha idea di quanti musi lunghi comporti questa sostituzione. Ho raccolto lo sfogo "a volte preferisco tenermi la pipi che vedere certe facce".
Forse ognuno di noi dovrebbe rivedere il suo grado di apertura, ormai siamo troppo aperti verso gli estranei e un po' troppo chiusi verso chi ci e' vicino.
Più collaborazione vera con le persone attorno.

Posta un commento