22/03/13

Do ut des

Oggi ho provato a disegnare con un fornitore uno scenario di medio periodo, per capire quali strumenti sono necessari per una persona con il mio ruolo (anzi le mie funzioni in azienda).
Analizzandoli mi rendo di come siano complessi i processi che maneggio, spaziamo dal gestionale al web, ai social, passando per gli strumenti di contatto, per le analisi sui comportamenti dei clienti, etc... etc.. anche oggi mi sono ritrovato a gestire processi di ogni tipo, dove tutti vogliono informazioni subito.

Sono sempre più convinto che i dati dovranno risiedere in posti facilmente raggiungibili perchè oggi dialogare con un cliente (dove per clienti non sono solo quelli reali della tua azienda, ma anche i colleghi sono tuoi clienti, anche i fornitori con cui fare business sono tuoi clienti, anche i possibili fornitori sono tuoi clienti) avendo tante informazioni su di lui significa avere tante opportunità.
Finora, in questi anni abbiamo dato tante informazioni al cliente, finalmente mi sembra che stiamo riprendendo un po' di potere, ovvero abbiamo davvero tante informazioni a disposizioni che possiamo utilizzare per tante idee.
Come ha detto bene quel tale l'altra sera "ci saranno sempre opportunità per chi ha delle idee, certo poi bisogna concretizzarle."

Sempre di più ci vuole solidità nel disegno, altrimenti si rischiano voli a vuoto!
La sfida è maneggiare i dati in modo che non se li maneggi sei fuori!
Non vedo l'ora di confrontarmi con quella persona che mi ha richiesto un colloquio sul tema big data, non la conosco, mi ha cercato grazie al blog, ma sono certo sarà un colloquio entusiasmante esattamente come quelli che faccio con questo fornitore.
C'è in ballo un pezzo di futuro, ognuno lo costruisca come crede, io punto sul do ut des!

Posta un commento