09/12/12

Cloud o team?

La tecnologia può offrirti tutti gli strumenti del mondo, ma la componente umana rimane (per fortuna) la parte più importante nei processi aziendali.
Conta di più avere buoni strumenti o un buon team? La mia risposta e' senza dubbio un buon team, perché quello saprà scegliere gli strumenti migliori.
Il problema e' che spesso (quasi sempre) pero' ci troviamo a lavorare con persone che non abbiamo scelto con cui dovremmo cercare di essere squadra. Queste persone sono colleghi, fornitori, partner.
In tanti processi ognuno di noi interviene nel lavoro di altri e per altri e sempre di più tutto avviene a una velocità superiore a prima, a volte in tante più situazioni di una volta.
Per questi motivi e' sempre più importante il coordinamento e la sincronizzazione tra le persone.
Per aiutarci cerchiamo di utilizzare strumenti nuovi che ci danno quella velocità maggiore di cui abbiamo bisogno ed e' un peccato quando qualcuno rema contro, qualcuno che si ostina a non voler cambiare. E allora ci tocca lavorare il doppio per convincere, far vedere i benefici etc...
E fin qui e' tutto accettabile.
Quel che non e' accettabile e' quando qualcuno deliberatamente mette a repentaglio il lavoro di altri, il lavoro di tanti solo perché ( ... e magari non si sa neanche il perché) non ha quel senso di responsabilità tipico di chi e' cresciuto con la cultura del 'il cliente ha sempre ragione perché e' colui che mi da' lo stipendio.
Quando ci sono persone così, che si disinteressano del lavoro di tante settimane di tanti, che fare? Un errore si può perdonare, 2 forse, 3 no, vanno escluse dal team, soprattutto se trattasi di persona che non fa parte della tua azienda.
Non si può sempre perdonare. Bisogna salvaguardare, proteggere e rispettare il lavoro di altri, lavorare in team e'' più importante che lavorare in cloud.
Posta un commento