27/09/12

Nessuna conoscenza


Ieri sera in una chiacchierata tra amici è saltata fuori un'opportunità in una grande azienda.
"Tu con il tuo curriculum saresti perfetto, però dovresti conoscere qualcuno, in modo che il tuo curriculum venga preferito ad altri, non conosci nessuno? Magari qualcuno in ..."

Io mi stavo preparando alla settimanale lezione per perfezionare e tenere in allenamento il mio inglese. Ho risposto "Guarda, non fa parte del mio modo di essere, nè di fare. Io accetto la legge del campo, nella mia azienda mi trovo splendidamente, ogni giorno faccio cose che mi attraggono e cerco di farne di nuove (gli hangout stanno destando grande interesse, forse presto mi cimento in un altro).
Ogni giorno cerco di propormi e di proporre, lo faccio con la forza delle idee che a volte possono essere sensate, a volte meno, lo faccio con la forza degli esempi che posso portare a supporto, con la brillantezza o meno delle idee che cerco di sviluppare. A volte sono ascoltato, a volte un po' meno.
Non mi abbatto mai e faccio tanta autocritica. Mi piacerebbe, come tutti, migliorare ulteriormente sia la mia posizione economica, sia le mie responsabilità, perchè mi piace cimentarmi in obiettivi sfidanti.

Non farei mai di propormi da nessuna parte per un qualsiasi posto dove ci voglia la spinta di qualcuno, sarebbe come buttarsi per avere un calcio di rigore, sarebbe come rubare qualcosa a qualcuno.

Purtroppo questo modo di fare è insito in tanti e in situazioni di crisi economica è forse ancora più acuito dal bisogno di trovare comunque delle occasioni.

Speriamo che questa crisi (anche se spesso ne dubito) aiuti, come si dice, a far emergere i più meritevoli e che questi lottino per cambiare il modo di pensare. Non è accettabile vivere alle spalle di molti per continuare a sprecare.
E non dimentichiamo che chiedendo un favore a qualcuno poi dovremo prima o poi ricambiarlo e io non ho voglia di sentirmi in debito con nessuno.
Preferisco fare (come tanti per fortuna) che investono in se stessi, studiano inglese, osservano quel che succede in situazioni più evolute delle nostre e cercano di trarre ogni spunto utile a migliorare.

Stasera anzichè cercare chi possa aiutarmi mi studierò questa guida al social marketing per la quale ringrazio ancora una volta Leonardo Bellini (uno dei più preziosi miei Rss).
Chissà che non trovi qualche nuovo spunto, sempre sperando che Chris Lang non pubblichi un altro video dei suoi su Google plus.


Posta un commento