17/09/12

Etica ... Nessun dubbio...

Stamattina mi sono ritrovato a discutere un caso di etica a pranzo.
Un amico mi ha raccontato di come sia stato in difficoltà nello spiegare a una persona la scorrettezza di una sua azione.
La scorrettezza era evidente da tanti punti di vista. Quel che e' risultato imbarazzante e' l'assoluta mancanza di dubbio da parte di chi aveva commesso la scorrettezza, per lui era naturale e lecito comportarsi in un certo modo.
Il suo primo pensiero non era scusarsi per l'accaduto e comprendere il danno causato dalla sua azione, ma era la giustificazione, la spiegazione del suo gesto assolutamente giustificato da una serie di motivazioni.
Purtroppo temo che molti abbiano perso quel senso di giustizia che era insito in noi grazie all'etica che ci forniva una serie di parametri di correttezza.
I tanti esempi negativi cui la società ci ha abituato ha abbassato la soglia dell'etica. Quel che era eticamente scorretto un tempo ora e' ampiamente accettato e avvallato.
Questo e' il vero danno che la nostra società deve combattere, pena l'imbarbarimento cui la nostra società sta sempre più andando incontro.
E' in gioco il rispetto, non più solo il rispetto delle regole che da tempo e' venuto meno.
Senza rispetto ... Homo homini lupus... Riflettiamo...
Posta un commento