06/01/12

Progettare e riprogettare

Ogni giorno, soprattutto in momenti di crisi, le aziende si guardano e riguardano al loro interno per provare e riprovare nuovi spunti, nuove azioni da intraprendere, modelli da seguire o da inventare.
Anche le persone lo fanno o almeno penso, dovrebbero farlo.
Le aziende sono fatte da persone e nonostante le aziende cerchino di implementare processi affinchè la propria efficienza non dipenda dalle persone, il valore delle persone rimane al centro del valore delle aziende.
Sono le persone che fanno la differenza. L'amico con cui spesso mi confronto (ricordate quello che attualmente sta frequentando il master) sostiene che purtroppo oggi la tecnologia è cosi veloce, così permeate nei meccanismi aziendali che è sempre più difficile fare la differenza, perchè purtroppo la tecnologia è cosi automatica e cosi inflessibile che prima di poter incidere sui meccanismi tutto è già cambiato di nuovo.
E' un po' lo stesso concetto che sosteneva anche Giannino stamattina nel suo editoriale. Non è sufficiente dire ai mercati, al mondo che l'Italia ce la può fare, esprimere buoni propositi, il "mostro" economia ha talmente una tale forza che se non ci spicciamo a mettere in piedi anche misure per far ripartire l'economia reale, tra poco ci ritroveremo a dire che questa manovra non basta, ne serve un'altra e un'altra ancora.

Stamattina svegliato dal sacro fuoco che brucia dentro di me (a volte ho questa sensazione) meditavo sulla riunione interna di ieri da cui traggo nuove opportunità che devo assolutamente cogliere, riprogettando ulteriormente la mia professionalità Non posso e non voglio accontentarmi di quel che faccio quotidianmente, voglio essere e fare di più, perchè credo nella differenza che possono fare le persone.
Cerco sempre di avere una mia visione, una mia strategia, di ascoltare dove va la mia azienda e di spingerla più che posso.
Il piccolo video qui sotto presenta il mio ufficio, un piccolo spunto che mi servirà in futuro per parlare anche con colleghi. Parto da qui, da un ufficio con vista sul quartiere fieristico di Bologna.
Poichè il blog rappresenta il mio diario on line, mi andava di condividere anche il mio ufficio. Come dico sempre, in futuro, sarà bello rivedere qualche film.
Diamoci da fare, il mondo è pieno di opportunità!

Ps: ammetto che i libri sono una potente fonte di ispirazione, ribadisco che quello di Chalen Li è potentissimo.

Posta un commento