17/01/12

ITALIA: analisi su rating e CDS giusto per il Bel Paese

A me piace l'analisi dati. Ogni giorno cerco nel mio lavoro di applicarla, al fine di trovare le giuste considerazioni.
A volte, non solo nel lavoro, vale di più una voce isolata, un'impressione, un episodio. Diventa più importante dar retta a quel singolo accadimento che alla noia di dati e analisi che si possono fare.
Anche perchè ogni analisi chiama sempre altre analisi, altre riflessioni, altre cose da indagare.
Mi sono osservato ultimamente. Di fronte alla crisi economica ognuno cerca di approfondire come meglio crede, chi fidandosi dei giornali, chi dell'amico, chi del bancario (aiuto!), etc...
Da tempo frequento un blog e oggi mi sono ritrovato a commentare "possibile che su un quotidiano non ci sia mai un'analisi cosi semplice, cosi di buon senso, cosi reale? Possibile che gli approfondimenti siano sempre cosi superficiali?"
Ecco perchè i giornali hanno perso tanto della loro capacità attrattiva, manca quel saper leggere la realtà con semplicità e con visione. Una visione che può essere differente da tanti, ma che ha la sua ragion d'essere, almeno per quegli strumenti che offre.
Alcuni amici ogni tanto mi chiedono "tu come la pensi? Come vanno le cose per te?"
Bhe fatevi un'opinione leggendo ogni tanto questo blog... almeno sarete più preparati...
Gran bell'articolo dream!
ITALIA: analisi su rating e CDS giusto per il Bel Paese
Posta un commento