10/01/12

Convegno sulle nuove tecnologie, perchè non via web?


Ricevo un invito per un convegno che mi potrebbe molto interessare. L'invito è sulla presentazione dei risultati della Ricerca dell’Osservatorio Mobile Marketing & Service promosso dalla dalla School of Management del Politecnico di Milano.
Guardo le modalità per partecipare. Sono iscritto al sito per cui posso iscrivermi gratuitamente al convegno.
Spostarmi però da Bologna a Milano mi comporta spese di trasferta (e sinceramente mi dà fastidio chiedere dei soldi in momenti come questi), ma soprattutto la perdita di un'intera giornata di lavoro (e in momenti come questi si lavora a ritmi serrati ugualmente per sfornare nuove iniziative).
Mando quindi una email "E' possibile seguire l'evento on line?" Risposta cortese e e veloce "Certo, ma on line è solo per i nostri abbonati."
Replico di nuovo ed estendo qui il ragionamento: "Scusate, ma se l'evento non costa perchè vi posso partecipare gratis dal vivo, perchè non mi date la possibilità di seguirlo on line sempre gratuitamente? L'abbonamento ha comunque un costo, però potrei acquistare libri o dispense successivamente, etc... anche qui siamo ancorati a vecchi modelli, ovvero presentazione classica in aula e streaming (a volte malandato).
Ora capisco perchè il mio aggiornamento avviene spesso su siti di consulenti stranieri.

Si predica bene (convegno sul mobile), ma forse si razzola male (strumenti on line pochi). sempre di più le aziende hanno bisogno di tagliare costi e aumentare produttività, tutti devono fare la propria parte. Che senso ha obbligarmi a spostarmi a Milano nell'era in cui tutti si vuol fruire da una tavoletta o da un telefono (oggetto del convegno...)?

Ogni giorno venendo al lavoro guardo l'orrore del parcheggio della fiera di Bologna, venduto a 16 euro a parcheggio... Per me scandaloso! Convegni e fiere se misurati con rigorosità hanno costi elevatissimi, tanti business andrebbero aiutati con gli strumenti on line.

Peccato per il convegno...
Posta un commento