22/10/11

Confronti e percorsi inversi

Odio la routine, adoro le novità, non sopporto il lavoro ripetitivo, mi piace innovare, proporre, stimolare.
Cerco il confronto, vado in cerca di colleghi, fornitori, partner, clienti, a volte anche concorrenti. Mi piace ascoltare, discutere e comprendere, tornare sull'argomento, sviscerare.

Cerco di apprendere da tutti, perchè da ognuno di essi, può sempre avere origine un'idea, un modo nuovo di fare le cose. E' come quando vai in bicicletta, hai un tuo percorso preferito che conosci a memoria, sai quando devi scattare e quando puoi rifiatare, ma quando lo fai in senso inverso non ti sembra di aver mai visto certi posti, non ti sembra di aver mai provato certe sensazioni.

L'altro giorno ho postato su Facebook pagina aziendale un argomento che ha ricevuto subito tante critiche da parte dei fan, per cui l'ho rigirato internamente e al fornitore di prodotto che subito mi ha risposto con fermezza quasi volesse dire che le critiche non sono giustificate.
Internamente mi hanno detto "è come se qualcuno ti girasse quando parlano male di te". Bhe io lo vorrei sapere, credo mi sarebbe utile, vorrei capire se il mio prodotto sta andando fuori strada. Un ad di una nota multinazionale ha affermato "se hanno tirato giù un governo in una settimana a noi ci tirano giù in 5 secondi".

Non dico che i social network siano legge, ma qualche spunto da essi si può trarre, asoltare non fa male, far finta di nulla è sicurramente peggio.

Ieri sera, comunque, in tema di ascolto sono rimasto estasiato da un concerto di musica da camera, semplicemente fantastico, ve lo consiglio! C'è anche il prossimo 1 e 4 novembre, le note di Mozart riempiono la villa dell'Alma Mater.
Posta un commento