21/10/11

Colloquio di lavoro: investimento o perdita di tempo

Sto seguendo una selezione all'interno della mia azienda. Ieri sera ho iniziato alle 18 e ho terminato alle 19,30. Il candidato mi piaceva per cui l'ho ascoltato e gli ho dedicato del tempo. Gli ho raccontato l'ambiente, gli ho descritto con dovizia di particolari la tipologia di lavoro che sarà chiamato a fare, gli ho descritto le prospettive. L'ho fatto con trasaparenza e chiarezza, ho espresso i miei punti di vista, la mia visione futura. Spero che abbia apprezzato.
Parliamo di una figura che vorremmo trovare non al primo lavoro, ma con esperienza. Una figura a mio avviso non semplice, perchè le competenze che vorremmo trovare sono varie, perchè soprattutto dovrebbe essere dotato dell'arte di arrangiarsi, di inventarsi il lavoro, di guadagnarsi davvero lo stipendio.
Chiudendo l'ufficio mi sono ritrovato a pensare al tempo che avevo dedicato a questa persona, chiedendomi se altrettanti selezionatori fanno cosi. Ho ripensato ad esperti selezionatori di aziende di slezione e non che mi hanno contattato in questi anni e che spesso non mi hanno dedicato l'attenzione  che ho posto io. A volte mi sono perfino ritrovato a dire io "scusate, ma voi non dovete cercare me, ma un altro. Mi chiedo anche perchè quella società di selezione abbia proposto a voi la mia candidatura?"

Provocatoriamente mi piace dire che la qualità delle persone che selezionano in media è scarsa, ovvero non sa valuare, fa domande non relative alle competenze, non capisce davvero cosa è utile per l'azienda, si sprecano un sacco di risorse sbagliando le persone, spesso perchè non si è chiari o trasparenti in fase di colloquio.
Ora mi sarò attirato le antipatie delle società di selezione, ma tocca a loro smentirmi. Eleviamo questo paese investendo nelle migliori scelte partendo dalla trasparenza, sul lavoro che serve, sulle competenze che servono, sui soldi che vale quel lavoro.
A me sarebbe sempre piaciuto fare il selezionatore, perchè sono certo si possa lavorare tanto sulla motivazione delle persone e sulle loro scelte di crescita professionale.
Per me valgono tanti soldi!
Posta un commento