14/04/11

Geolocalizzazione, geomarketing e ...



Ultimamente una delle parole più ricorrenti nei miei incontri è "geo..." dove successivamente ci si attacca di tutto. Nelle ultime 24 ore ne ho parlato con Postel, con Seat Pagine gialle, con una società che si occupa di Direct marketing, con Tiscali, con una società che si occupa di comunicazione e che ha un nuovo prodotto sviluppato in accordo con Navtech.

Le esigenze sono sempre le solite: distribuire il volantino delle offerte al meglio, incrociare i dati delle fidelity card, presentare la pubblicità on line solo ai computer presenti o il cui indirizzo Ip proviene da una determinata zona, offrire un coupon a quei clienti che si trovano in prossimità del negozio di una determinata zona.

Rispondo sempre che cerco come l'oro un applicativo che mi permetta di dire "Sei on line, vicino a questa zona?" Scarica questo coupon per presentarti nel negozio di ...
Ancora nessuno me l'ha offerto, se qualcuno lo possiede, può contattarmi, sarebbe una sorta di foursquare attivo a rovescio, sono io negozio che faccio check in sul cliente.

Per tutte le mie analisi di geomarketing io utilizzo un applicativo davvero efficace, con cui sforno mappe, bacini d'utenza, simulazioni su fidelity card, etc... Ne consiglio l'uso a tutti quelli che fanno il mio mestiere:
http://www.virtual-market.it/it/default.aspx

Per gli store locator sono indeciso se continuare a utilizzare gli strumenti di Google o avvalermi dei servizi Seat Pagine gialle.
Come marketing dedichiamo tantissima attenzione alla scelta dei bacini, ma ci scontriamo con la realtà dei distributori che ancora non utilizzano certe tecnologie per cui spesso è una tragedia. Se qualcuno potesse produrre un volantino con il microchip non sarebbe male!
Posta un commento