09/11/15

Mappe mentali



Oggi ho ricevuto un bellissimo messaggio che recitava:
Volevo ringraziarti!
Grazie alle letture che sto facendo sulle "mappe mentali" ho iniziato a presentarmi ad ogni riunione, corso o incontro con il mio blocco e le mie matite colorate.
Ho ottenuto già i primi piccoli risultati e nonostante i più mi guardino in modo strano, sono felicissimo!!!!

Sto riscoprendo la magia di essere bambino!

Non so se preoccuparmi di questa responsabilità o essere contento e continuare a stimolare. 
Scelgo di essere ottimista e avendo visto anche il successo di lettura, vorrei aggiornare sul tema del post di qualche tempo fa.

Avevamo agganciato Liam Hughes di Biggerplate.com, il sito che gestisce la più importante comunità di utilizzatori di software di mappe mentali. Ci aveva promesso di organizzare un brunch club anche in Italia, ovvero un incontro per early adopter che potesse essere di stimolo alla creazione di una comunità italiana, purtroppo non molto numerosa stando alle statistiche di utilizzatori del sito Biggerplate.
Avevamo ipotizzato di organizzare l'evento per fine ottobre, ma un messaggio di Liam ha spento il nostro entusiasmo, in quanto per motivi organizzativi per il 2015 non era possibile organizzarlo.
Ci siamo quindi orientati (io e Marco Ossani, il bolognese con cui condivido questa passione) per organizzarlo con Liam nel 2016, 
Sabato ho visto in libreria che è uscito un nuovo libro di Matteo Salvo "Metti il turbo alla tua mente con le mappe mentali", mi sembra un buon testo per chi voglia avvicinarsi, lo consiglio anche se non è in versione ebook, come mai?

Infine sta per uscire ImindMap9 con nuove funzionalità, non vedo l'ora di provarlo, per chi non avesse ancora provato ci sono ottime promozioni.

Chi usa le mappe mentali ha un vantaggio di sintesi che altri non hanno, scommettiamo?

Posta un commento