03/10/15

Strategie degli scacchi x vincere nel business


Ho letto questo bel libro di Bruce Pandolfini che attraverso gli scacchi cerca di individuare regole utili per avere successo anche nel business.
Lo possono leggere anche coloro non strettamente appassionati di scacchi, perché e' scorrevole e senza troppo tecnicismi.
Premesso che gli scacchi rimangono per me il gioco più affascinante del mondo e andrebbero inseriti come materia scolastica soprattutto oggi che la concentrazione sta estinguendosi, ecco le più belle lezioni tratte dal libro:
- giocate con la scacchiera, non con l'avversario. Un'informazione accurata deve essere la base per prendere decisioni, un giudizio sensato richiede prove su cui basarsi, per vincere attenersi sempre "ai fatti".
- Giocate con un piano in mente: una strategia affidabile dovrebbe essere trasversale, memorabile nella sua semplicità, esigente nella sua logica, versatile nella sua applicazione.
Fate in modo che i vostri piani siano semplici e adattabili. Non avete bisogno di pianificare se potete permettervi di fallire.
- Nessuna mossa dovrebbe essere giocata prima di aver considerato quella appena fatta dall'avversario, ovvero nulla può essere visto senza averlo davvero guardato e per vedere ciò che gli altri vedono, sedete dove loro siedono.
- Non sprecate materiale, ovvero anche negli affari, le risorse materiali debbono essere analizzate e riconsiderate all'inizio e alla fine di ogni giornata lavorativa.
- Fate in modo di essere sempre i primi a rispondere. E su questa ne potrei raccontare tantissime di quante volte ci siano state brillanti idee non realizzate semplicemente perchè "il competitor non le aveva ancora messe in piedi e quindi forse non hanno valore..."
- Restate nel centro. Nessun affare andrà mai in porto se le parti spendono la loro energia a proteggere ciò che possiedono. Il business è una competizione e competere significa fare progressi, avendo bene in mente i rischi.
- Non espandetevi oltre le vostre possibilità. Le aziende che non salvaguardano le proprie risorse, materiali e intellettuali, non mettono al sicuro i loro investimenti.
- Imparate dai vostri errori: si fanno progressi solo ammettendo i propri errori e comprendendo le proprie sconfitte.
- Cercate piccoli vantaggi. Michael Dell paragonò il business al baseball "Colpisci per segnare, non per i fuoricampo", ovvero data valore al vostro impegno piuttosto che alla spettacolarità. Negli scacchi come nel business pensate alla grande a piccoli passi.

Ma la lezione che a me piace di più è "Aspirate a ottenere più di quanto serve." Non importa quale sia la gara: per arrivare a ciò che vi sta a cuore, giocate per ottenere più di quanto vi sia necessario.

Adoro fin da bambino gli scacchi, mi insegnò uno zio saggio quando avevo 4 anni e non li ho mai mollati, intensificando il divertimento nell'era di internet, dove puoi giocare a tutte le ore con avversari in tutto il mondo. 
Forzandoci a ragionare su enigmi vari, comprendendo che le azioni sono basate sulle nostre convinzioni, che sono alla base dei nostri impegni. "Siate convinti del valore delle vostre azioni e sarete certi di riuscire".

E poi insegnate gli scacchi a chiunque, in un mondo dove la concentrazione va a rotoli, sono un allenamento utilissimo, perchè appena ti distrai l'avversario ti punisce.
Negli scacchi come nel business!

Se ti è piaciuta la recensione votala qui per favore su Amazon

Posta un commento