07/10/15

Piano industriale!

Che emozione!
Sono stato coinvolto nella stesura di alcuni progetti del prossimo piano industriale dell'azienda per cui lavoro.
Per me rappresenta un onore, una sfida, un'opportunità, un riconoscimento.
Significa entrare nel cuore della strategia, comprendere e motivare  il perchè di determinate scelte, cercare di determinarne il valore di alcune, di promuoverne altre.
E' un momento di crescita personale eccezionale che cercherò di capitalizzare al meglio.
Mi sento in uno dei momenti migliori, che danno il senso anche a tanti sforzi fatti in passato per capire, comprendere, affinare, interpretare, cogliere le sfumature.

Sempre più, nella realtà lavorativa che vivo, mi rendo conto dell'importanza della cura del dettaglio e del livello di cura che va profuso in molti aspetti progettuali.
Mi rendo conto di essere cambiato tantissimo in questa mia nuova esperienza, dovendo affinare competenze che forse prima avevo sviluppato solo in parte.
Molte volte è faticoso star dietro ad ogni aspetto, ma ancora una volta comprendi quanto l'allenamento sia importante nel momento in cui affronti una gara.
Avendo preparato bene la gara, essendoti allenato forte, le probabilità di fare bene aumentano.

Non è detto che vincerai, ma di sicuro avrai allenato i mezzi per farlo.

A volte mi stupisco anche io di come mi entusiasmo per alcuni aspetti del mio lavoro, ma mi piace condividerlo perchè sono certo che alcuni, in questo momento, possano avere gli stessi dubbi che avevo io tempo fa, ne vale la pena?
Per me sì e non sono certo i soldi la prima motivazione, ma la possibilità di poter sentirsi coinvolto al punto giusto. Sento di poter dare il mio contributo e per me vale tantissimo.

Mi piace potermi sentire responsabilizzato e ringrazio tutti quelli che me ne danno l'opportunità e mi aiutano ogni giorno.
Il bello è continuare ogni giorno a fare cose diverse, con persone diverse, cercando sempre nuove sfide. Da domani la nuova sfida è "Piano industriale!" Voglio diventarne un esperto!

E se penso alla difficoltà del mondo di oggi, alla sua complessità, forse non mi rendo conto dell'impresa pazzesca che è oggi lavorare pensando al mondo tra 3 anni.







Posta un commento