22/06/13

Bologna acquista un top player

Quando l'altro giorno ho ricevuto  la chiamata dal diretto interessato sono sobbalzato.
Spiacente per i tifosi di calcio questo post non riguarda una trattativa di calcio mercato, ma riguarda il lavoro mercato.
Bologna da un po' di anni è in declino, la città non è più quella di una volta, ha mille problemi, pochissimi investimenti, ma la notizia che ho ricevuto è di quelle che ti fanno risvegliare.
Sicuramente sono un po' romantico, ma quando mi è stato chiesto "sei ancora a Bologna? Ho deciso stavolta di venire io da Milano a Bologna, una nuova sfida professionale, una nuova città da conoscere, ti andrebbe di pranzare con me quando riesci?" ho sentito un movimento di energia smuovermi.
"Bologna non è più quella di anni fa, è peggiorata, ma forse anche con il tuo arrivo potremmo migliorarla".
Sono state le prime parole che mi sono uscite quando una delle persone più brillanti con cui ho lavorato mi ha annunciato il suo imminente sbarco a Bologna.
Lui, uno dei primi geni dell'on line, da sempre a Milano nelle migliori realtà del campo ... (non posso rivelare il settore) ha accettato di guidare una realtà bolognese.
Ecco, sui giornali questa notizia non uscirà mai, sul Carlino si continuerà a parlare di graffiti da cancellare, ma io che da sempre tifo per la mia città e la vorrei vedere all'avanguardia, motore trascinante dell'economia non solo emiliana, ma a livello nazionale, mi sono sentito orgoglioso di questa notizia, quasi come se l'azienda e di conseguenza la città avesse accettato di puntare forte su un numero uno.
Ed è sicuramente una bella notizia l'ambizione di aziende che finalmente la smettono con i giochini al risparmio sulle risorse umane che non fanno altro che far impoverire le stesse aziende (la qualità costa anche nelle risorse umane) e decidono con orgoglio di strappare uno dalla sua Milano.

Cercherò di darmi da fare per fargli sentire l'accoglienza dei bolognesi, cercherò di presentargli altri amici di Bologna, per fargli vedere che anche a Bologna ci sono tante persone brave!


E' sempre emozionante per me sentirti, ricordo ancora quando dicesti a quel tale che ti comunicava di voler abbandonare il nostro progetto la tua battuta sferzante "Come? Sei su un'astronave e vuoi andare a guidare una corriera?"
Ora che anche a Bologna hanno costruito un'astronave non potevano che chiamare te a guidarla!
Moltissimi complimenti a te e anche all'azienda, che ha preso un numero 1, uno non politico, che punta sul merito e sui propri mezzi. Nel panorama desolante e avvilente del mondo del lavoro un raggio di speranza!

Benvenuto a Bologna caro AR.

Posta un commento