20/05/12

Terremoto in Emilia



Da venerdì sera avevo staccato dal lavoro cercando di andare a realizzare il mio secondo video per il Samsung Global Blogger, mi ero divertito con amici a cimentarmi in varie maniere, insomma ero andato a letto sabato sera con tanto entusiasmo, poi il terremoto di stamattina alle 4 mi ha scaraventato in un'altra realtà, quella dell'impotenza.
E' stato davvero terribile, interminabile, presi dal panico siamo scesi in strada assieme ad altra gente (uno dei flash della notte una signora del palazzo che ci chiede "ma dove andate???").
In certi casi ti prende subito l'ansia di capire cosa sta succedendo, se ci sono danni, se qualcuno ha bisogno, se serve fare qualcosa.
Twitter e' stato subito il mezzo per capire, rassicurarsi un po', ma anche farsi venire qualche ansia in più.
La cosa più fastidiosa e' vedere che ci sono persone che si burlano dell'evento ma forse e' un modo un po' così per reagire... Ovviamente si fa fatica a raccontare quel che si e' provato, ci si rintraccia per sapere se tra gli amici qualcuno più vicino alla zona ha bisogno. Fortunatamente solo tanta paura, purtroppo rimangono alcune vittime e un bel po' di danni.
#impotenza che ti toglie qualcosa di indefinibile la sensazione forte che rimane.

Posta un commento