08/05/12

Continuità e programmi

Tra gli interventi che più ho apprezzato ieri sera nella riunione in cui il mio candidato di 83 anni ha preso il 30% dei voti (splendido nell'esposizione del suo programma, così pulito e determinato, ripeto che se c'è un foglio da firmare per arrivare alla sua età come lui ditemelo subito!) ho particolarmente apprezzato quello di un ex presidente "Ma cosa volete di più da un presidente? Quante ora in più deve lavorare? Lasciamolo proseguire e diamo la possibilità di continuare il suo lavoro, perchè quando è diventato presidente c'era una situazione e ora è migliorata sotto tanti parametri, certo ha capito anche lui che deve delegare di più, deve lasciare più spazio a qualche anziano e continuare a propagare entusiasmo, ma sono per dare continuità al suo lavoro".

Come non apprezzare queste parole, quando i parametri sono migliorati vanno premiati, SEMPRE e quindi giusta la decisione di tanti di confermarlo. Lucida e splendida anche l'osservazione di chi ha evidenziato le troppe attività fatte in solitudine dall'attuale presidente, tutte critiche giuste che speriamo siano tenute in considerazione.
Questa associazione che frequento da 25 anni ormai è l'Associazione Arbitri, dove capita di vedere persone di tutte le età che si danno del tu, per il gusto di condividere una passione comune e dove puoi chiedere ad associati giovani di alzarsi per cedere il posto ad associati più anziani e con entusiasmo vedi il giovane che immediatamente comprende. In quante situazioni capita ancora oggi? Credo poche.

Ho trovato invece un po' così la parte di presentazione dei programmi di alcuni (su candidature minori). Ho trovato un po' sprecato vedere alcuni affermare "Mi candido per fare un'esperienza diversa", "Mi candido perchè vi voglio difendere..."
Credo che oggigiorno la parte più difficile sia avere delle idee, esprimerle e concretizzarle, la crisi del nostro paese a livello politico è soprattutto quella, forse troppi sono interessati ai dobloni da spartirsi e non alle idee da portare avanti. In tempi di vacche grasse le idee non servono, peccato che oggi siamo in tempi di vacche magre.
I programmi e le idee sono la base per avere un futuro, poi la differenza la fanno gli uomini che le concretizzano.
In bocca al lupo al riconfermato presidente sperando che faccia tesoro dei tanti consigli ricevuti apertamente ieri sera! La riconferma era scontata perchè meritata sul campo, ma non si deve mai puntare su quanto fatto in passato, gli allori non remunerano, giustamente solo i programmi futuri devono avere un premio.

Ps: con soddisfazione anche ieri sera, ho appreso che presto ci sarà un nuovo sito, più funzionale! Bravo, in un mondo in cui comunicare e rendere fruibili le comunicazioni è tutto, puntare anche sul canale digitale è una scelta da apprezzare.


Posta un commento