16/04/12

Persone differenti

Siamo ormai tutti abituati a sistemi intelligenti, regole di computer, regole di evidenziazione, azioni che scattano in automatico, esterni che gestiscono servizi, etc... etc... In questi anni abbiamo automatizzato e dato in service di tutto di più. A volte rifletto e mi rendo conto che vorrei fare ancora maggior uso di questo strumenti, a volte mi pento perchè sempre di più bisogna porre attenzione a tanti aspetti. La mia riflessione però non riguarda oggi l'ottimizzazione a livello di business di tanti processi (ogni azienda deve cercare il giusto compromesso sulle tantissime opportunità che la tecnologia e l'outsourcing ci offrono), bensì sul ruolo delle persone. Sempre di più, ogni giorno, noto che tante persone si arrendono ai processi oppure si arrendono a quelle che situazioni che spesso chiamiamo comunemente "crisi". Attorno a me, nel lavoro, nei contesti sociali in cui vivo, noto che molto viene affidato a un qualche fantomatico interlocutore che ci tarpa le ali. Temo ahimè che il grande burattinaio non esista e che la differenza la facciano sempre e solo le persone, con le loro teste, i loro pensieri, la loro incrollabile determinazione, la loro voglia di arrivare, trascinata magari da un sogno o da un progetto di vita. Tutti i giorni mi accorgo che se mi faccio trascinare vengo trascinato, se decido di trascinare, trascino! Mi spiace quando vedo persone che rinunciano, che gettano la spugna. Siamo nel pieno di una continua rivoluzione, c'è spazio, tanto spazio per combinare qualcosa, mettiamoci del nostro e seguiamo ogni tanto i consigli di qualcuno più esperto, che ne ha viste più di noi, fidiamoci l'un con l'altro. E troveremo le nostre soddisfazioni.
Posta un commento