18/12/11

Dal libro di Steve Jobs



Ho finito il libro biografia di Steve Jobs. Ho fatto un po' di fatica a finirlo, ma ne valeva la pena. Alcune sue frasi sono da sottolineare.
"Alcuni dicono "data al cliente quello che vuole". Non è la mia impostazione. Il nostro lavoro consiste nell'immaginare ciò che il cliente vorrà, prima ancora che lo faccia lui stesso. Se non sbaglio Henry Ford ha detto "Se avessi chiesto ai clienti che cosa volevano, mi avrebbero risposto "Un cavallo più veloce" La gente non sa quello che vuole, finchè non glielo fai capire tu. Ecco perchè non mi sono mai affidato alle ricerche di mercato."
"Non sopporto che si definiscano imprenditori persone che in realtà cercano solo di lanciare una startup per poi venderla o quotarla in modo da incassare quattrini e passare oltre."
"Essere schietto è il mio mestiere. Conosco le cose di cui parlo e il più delle volte i fatti mi danno ragione. E' questa la cultura che ho cercato di creare. Il più delle volte sono stato duro. Ho sempre pensato che fosse mio dovere garantire il livello d'eccellenza della squadra."

Steve Jobs è stato molto sfortunato, ma ha saputo vivere appieno e fare le cose che più gli davano soddisfazione. Discutevo con quel famoso amico che sta facendo quel master.
"Oggi le aziende si stanno tutte omologando dietro questi feroci controlli di gestione, dietro i processi in cui nessuno prende più una decisione, sembra non esserci spazio per uomini che vogliano fare la differenza.
Non è vero, caro amico, certo le condizioni sono sempre più difficili, ma non è vero che tutto sia omologato, le possibilità esisteranno sempre per chi vuol pensare differente.

Consiglio comunque la lettura di questa biografia, per chi come me ha studiato all'università mentre uscivano i primi computer, è una bella cavalcata fino ai giorni nostri.
Posta un commento