28/12/11

Conversare: ottimizzare le attività


Ho rubato questa foto dal post su Google + di Robert Scoble. Devo ammettere che provo un po' di invidia per la sua console, che rappresenta la sua attrezzatura per monitorare qualsiasi cosa accade nei social network.
Dal libro Open leadership di Charlen Li leggo testualmente (pag. 26) "... Nel corso del lavoro, i colleghi si informano a vicenda sulle loro attività: è la quotidiana valanga di informazioni che troppo spesso riempie le nostre inbox delle nostre e-mail con richieste di assistenza, aggiornamenti su prodotti e progetti e gli infiniti messaggi in cc che si sforzano di includere tutti. E' tempo di porre fine a questa follia. Nuovi strumenti di pubblicazione come i blog, le piattaforme collaborative e anche twitter forniscono aggiornamenti facilmente disponibili ogni volta che qualcuno ne ha bisogno."

Perchè, se l'economia è globale, dobbiamo lavorare ancora a 3 velocità diverse da quelle di altri paesi? Perchè qui ancora bisogna viaggiare solo con l'email e poco altro? Perchè non realizziamo piattaforme di condivisione del lavoro più evolute? Perchè in Italia gli strumenti di collaborazione vengono utilizzati solo per puro divertimento?

Purtroppo tante aziende non considerano ancora la straordinaria importanza di questa epoca, in cui il modo di contattare le persone sta radicalmente cambiando, ci sono aziende che approcciano il web come fosse ancora un mondo da scoprire. Un mondo da scoprire lo è certamente, ma di opportunità, basta saperle cogliere.
Scommettiamo che ancora una volta grazie al web un uomo si confermerà al posto più potente del mondo? Come mai ancora qui in Italia aziende e politici non si mettono in gioco in maniera trasparente? Forse perchè sperano di mantenere ancora un po' di potere? Speranze vane...

Posta un commento