07/04/18

Lavorare con o per le persone



Mentre il mondo si interroga su quanti posti di lavoro l'intelligenza artificiale ruberà agli umani, mi trovo ogni giorno di più a riflettere sull'importanza di lavorare al meglio con o per le persone.

C'è stato un tempo in cui per emergere, all'inizio della propria carriera lavorativa, era naturale focalizzarsi sulle proprie abilità tecniche e personali.
Oggi, in un mondo sempre più interconnesso, anche  chi inizia non può esimersi dall'imparare a lavorare in maniera collaborativa e chi ha la fortuna di poter coordinare squadre deve comprendere come sia strategico lavorare per le proprie persone.

Coordinare persone in un'epoca collaborativa non è affatto semplice, richiede dedizione, tanta pazienza e un'ottima capacità di ascolto.

Il tempo è tiranno e i progetti sono tantissimi, ma non esistono alibi per evitare di fidelizzare la tua squadra. 
Secondo il personal business model di Tim Clark uno dei blocchi più importanti è il customer segments, ovvero dobbiamo sempre chiederci "chi sono i nostri clienti, a chi siamo utili?" e in quest'ottica mi trovo spesso a considerare che oltre ai clienti dell'azienda quelli più importanti sono gli elementi della tua squadra.
Quando poi il tuo concetto di squadra si allarga, perchè consideri tutte le squadre che partecipano nei tuoi progetti ecco che il concetto di lavorare per le persone diventa davvero intrigante.

Credo che ci siano ampi margini ed enormi potenziali per lavorare su questi concetti che possono migliorare l'atmosfera nel nostro lavoro quotidiano. 
Come dico in molte situazioni aziendali, in questo momento mi sento particolarmente fortunato, perchè mi viene reso facile lavorare per i tanti compagni di squadra con cui ogni giorno collaboro, ma il mio vuole essere un invito a riflettere ancora di più sull'opportunità di creare valore nelle nostre aziende dedicandosi allo sviluppo personale dei nostri colleghi.

Certo le dinamiche tra le persone non sono sempre immediatamente semplici, ma le soddisfazioni possono essere davvero gratificanti, pensateci!



Posta un commento