28/07/14

Opti Poba

E' incredibile come possiate riscontrare in questi giorni il valore della comunicazione e come questa sia cambiata, con una forza che in pochi considerano.
Venerdi è andato in onda il discorso con la clamorosa gaffe di Tavecchio sui mangiabanane.
Immediata la reazione soprattutto sul web. Se andate su Twitter prima #tavecchio e poi #notavecchio è da 3 giorni fisso nei trend topic di twitter, segno che tantissime persone stanno commentando.
Come può Tavecchio aver commesso un errore simile? Non ha preparato il discorso? E' andato a braccio?

E' davvero un bel caso di comunicazione, che chiama in causa tutte le armi possibili della comunicazione, perchè, infatti, quando commetti un errore cosi, rimediare diventa difficile.
La Fifa ha attivato il suo Osservatorio, Fiorentina e Sampdoria hanno tolto il loro appoggio, Zamparini è sceso in campo per difendere a spada tratta Tavecchio dicendo che non si può massacrare mediaticamente un personaggio.

Cerchiamo di trarre il massimo da questa lezione, a braccio, se sei un personaggio pubblico o se comunque partecipi a una conferenza pubblica non puoi più andare, devi prepararti al meglio prima e non commettere errori che ora ti possono costare  il sogno di vincere la poltrona più desiderata, il ruolo cui aspiravi.
Riflettete su questi aspetti, oggi una foto, una parola scritta male, un apostrofo messo a caso, una dichiarazione fuori norma può costare tantissimo perchè oggi le parole valgono a volte più degli stessi pensieri, basta che quella parola venga ripresa più e più volte.

Allenarsi a fare attenzione a quel che si dice, le parole non possono più uscire a caso, quel tempo è finito, oggi con un telefonino finisci in rete e le tue parole valgono più di mille pensieri, per non dire tanti soldi.

Opti Poba, da non dimenticare mai, perchè indipendetemente da come andrà a finire, dal punto di vista della comunicazione Tavecchio ha già perso, perchè evidentemente non ha l'abitudine di preparare con un professionista della comunicazione i suoi discorsi, mentre oggi ogni personaggio pubblico deve farsi seguire da un coach della comunicazione.
Pensateci!


Posta un commento