07/01/13

Iscrizioni scolastiche via web

Non capisco davvero la campagna terroristica che leggo in questi giorni sui giornali.
L'altro giorno avevo già visto una lettera al Direttore del Carlino di un cittadino, oggi addirittura un titolone "Ritorno in classe con l'incubo delle iscrizioni on line".
Ogni volta che c'è un'iniziativa in una direzione futuristica immediatamente si scatenano quelli pronti a criticare "Ma come faranno quelli che non hanno un computer, come faranno quelli ...etc...etc..."
Mi sembra veramente un atteggiamento stucchevole. Cosa pensano? Che ancora i loro figli a scuola debbano andarci con l'abbecedario? Ogni anno a lamentarsi del costo dei libri quando basterebbe un e-book reader per spazzare via i costi folli della stampa dei libri che mantiene certe lobby inutili.
Ben venga l'iscrizione on line, la pagella elettronica, i libri elettronici e tutto quanto possa aiutarci nel risparmio e soprattutto nell'ammodernamento delle persone.
Quel cittadino che ha scritto l'altro giorno ricorda molto tutti quelli che appena gli proponi qualche modo di lavorare diverso si appellano subito al "Perchè dobbiamo cambiare?" "Perchè il futuro è diverso dal passato!"
Ma passi per il cittadino, ma il commento di Roberto Giardina (del Carlino) me lo aspettavo diverso. Oggi scrive a pag. 6 in modo molto critico su questo nuovo mezzo, anche lui polemizza sul "chi non ha un computer? Si arrangi, quando si sa benissimo che chi davvero non ce l'ha verrà aiutato e non lasciato da solo. Anche lui parla del costo dei libri e del caso della sua nipotina e qui davvero siamo all'assurdo quando parla del fatto che a 11 anni è stata selezionata per la squadra di ginnastica a livello agonistico. Scrive: "all'inizio dell'anno serve la visita medica. Il dottore della mutua risponde che è disponibile a primavera. Visita privata, 200 euro."

Cioè? Facci capire, serve il certificato come attività agonistica? Il medico della mutua non può fartelo e poi davvero crediamo che da settembre ti avrebbe risposto che è disponibile a primavera? E poi ... davvero hai speso 200 euro? Da chi sei andato? Le hai fatto anche la tac???
Vai presso i vari centri del Coni e non spenderai mai più di 40 euro per il rilascio del certificato.

Ecco con queste righe hai perso tutta la tua credibilità di opinionista, per favore Carlino, sii un po' più serio quando ci proponi certi commentatori!

Io sto con l'iscrizione on line, bravo chi l'ha decisa.

Posta un commento