11/09/13

Numeri, puntate sui numeri!


Ieri uscendo dall'ufficio sono rimasto un po' "sconvolto" nel vedere un camion vela che pubblicizzava la laurea in Medicina a Chiasso. Target della pubblicità chi in quel momento stava uscendo dalla prova-test della facoltà di Medicina, dove ce la farà 1 su 10 dei presentati. E gli altri 9? Venite a Chiasso per l'appunto!
Magari qualche genitore (che tristezza, possibile che davvero a 18-19 anni bisogna farsi scortare ancora dai genitori? suvvia un po' di orgoglio per favore!) abboccherà e lancerà l'idea!

Nulla da eccepire verso chi insegue i propri sogni e tanto di cappello a chi sceglie una facoltà nobile come quella di Medicina (salvare vite non è una professione, ma un modo vero per dar senso alla vita), ma se qualcuno fosse dotato di buoni bagagli e fosse indeciso suggerisco SCIENZE STATISTICHE.
Io la scelsi tanti anni fa perchè prometteva di offrire tanti modi di leggere la realtà, imparate a leggere i numeri, diceva quel tale (il preside Scardovi) e avrete in mano le chiavi per andare ovunque.
Ancora oggi ringrazio il cielo per la mia passione verso i numeri, ma anche quelle parole.
Soprattutto oggi, in cui i numeri sono esplosi in ogni luogo e in ogni dove, investo continuamente per essere veloce e rapido nel leggere numeri e interpretare la realtà.
Proprio l'altro giorno un amico illustrava i nuovo metodi di un nuovo amministratore delegato, un ingegnere gestionale, "d'ora in poi ognuno dovrà essere assolutamente indipendente, nessuna segretaria, nessun passacarte, niente di niente, ognuno deve essere in grado di leggere in autonomia i numeri aziendali, pronto a discuterli. E in questi casi ti devi sempre di più arrangiare.
Per quello che mi sveglio al mattino studiando il libro sul nuovo tool power pivot integrato con Excel.
E' in inglese, ogni tanto è fin troppo didascalico, ma gli autori spiegano che è una meraviglia e credo, in tutta umiltà, di fare ora le cose a una velocità dieci volte quella precedente.
Studiate e puntate sui numeri, il mondo ne è pieno, non ve ne pentirete.
Provando a vedere che interesse c'è per i big data!
Futuro e lavoro assicurati, fidatevi.
Leggetevi qualche libro e poi scegliete, magari in base proprio a dei numeri.
E se vi serve leggere qualche numero sulla situazione occupazionale dei laureati su AlmaLaurea c'è sempre molto da capire.


Posta un commento