24/09/13

Analista funzionale questo sconosciuto

Riflettendo e discutendo su come realizzare l'intervento a Ibm Solutions Connect del 9 ottobre mi viene spontaneo accorgermi di quanto sia stata compressa per non dire eliminata la figura dell'analista funzionale.
In questa affannosa e affannata corsa a soluzioni di tipo tecnologico che facciano fare a una macchina il lavoro affidato fino a poco tempo fa all'uomo, sempre di più viene automatizzata la figura dell'analista funzionale, ovvero di colui che fino a poco tempo fa disegnava i flussi, le interazioni con il cliente.
Sempre di più, grazie all'automazione e a software che ti permettono di spostare interi "pezzi di percorsi" si può oggi quasi fare a meno dell'analista funzionale, lasciandosi guidare sempre di più dall'analytics che può guidare l'ottimizzazione dei percorsi.
A volte però tutta questa automazione viene data troppo per scontata, tanto che si creano situazioni in cui gli oggetti vengono disegnati senza un filo logico. Vengono costruite pubblicità, servizi, situazioni che non si sa come contestualizzare. Purtroppo sempre di più il marketing governa i processi, ma a volte si dimentica di comprendere il disegno complessivo rendendo vana la stessa azione di marketing.
Credo che al Solutions Connect si potranno vedere tante soluzioni, ma sempre sarà importante avere ben chiare le idee con cui si vuole costruire la propria strategia, il proprio dialogo con il cliente, i propri obiettivi.
Non cercate la bacchetta magica, ma solo soluzioni alle vostre esigenze dopo averle correttamente individuate. 
Se ci pensate bene, tutte le soluzioni che spesso ci vengono proposte ci offrono svariate customizzazioni e personalizzazioni, fin troppe a volte, ma tutto dipende dal disegno che vogliamo realizzare.

Venite numerosi al Solutions Connetc Ibm 2013. #ibmitsc
Ps: che fine hanno fatto gli analisti funzionali? Esistono ancora? O sono stati totalmente eliminati? #
Posta un commento