13/08/13

Google offers: occasione ghiotta!

Quasi quasi rientro dalle ferie!
Mi era sfuggito, pur tenendolo d'occhio da anni quasi, la partenza in Italia di Google Offers avvenuta verso fine giugno.
Qualcuno lo definisce una brutta copia di Groupon che Google non è riuscito o non ha voluto acquistare, ma seguendolo già da qualche anno sulle location americane trattasi della ciliegina sulla torta per negozi e catene, ovvero la possibilità di attivare offerte collegate ai vari negozi, visualizzabili come offerte pubblicitarie sul potentissimo google maps.
Funziona molto bene per chi ha già attivato anche google places e per chi attiva campagne su adwords.
E' sufficiente infatti selezionare una delle campagne attive su adwords, su cui si desidera attivare l'offerta, andare su "estensioni annuncio" e poi su "Estensioni offerta" modificare e poi inserire il coupon di offerta. E si può anche selezionare i dispositivi (meglio scegliere solo mobile) su cui selezionare la visibilità dell'offerta.
Google offers è quindi un'estensione, uno strumento di google adwords. A giudicare dal traffico che ogni negozio sviluppa sia come impression sia come click, potenzialmente una bomba!
I negozi non devono far altro che incentivare il download presso i propri clienti dell'app google offers e attivare le offerte. Al momento sembrano pochi i negozi che hanno capito questa potenzialità perchè controllando l'app le offerte sono sistematicamente vuote, ma lo strumento è davvero la "morte sua" per distribuire coupon praticamente gratis.
L'occasione è ghiotta perchè essere tra i primi porta sempre qualche benificio, per cui al mio rientro, la fine della prossima settimana, mi riprometto di fare subito i primi esperimenti.
Non oso davvero pensare alla faccia dei miei colleghi che diranno "Come? Ne hai inventata un'altra?"
In realtà non ho inventato proprio nulla, provo tutte le potenzialità e finalmente Google offers anche in Europa offre questa splendida opportunità.
Che naturalmente suggerisco a tutti quelli che hanno un negozio o una catena commerciale, più offerte ci sono e più viene utilizzata dai clienti.
Sperando che non sia come il flop di Foursquare, al quale imputo però la difficoltà degli strumenti.
Sul tema della geolocalizzazione si potranno finalmente effettuare esperimenti di marketing splendidi.
Ovvaimente ricordate di tenere tutto monitorato con analytics.

Chissà che non riesca ad utilizzare un modo meno costoso per distribuire coupon di sconto per i clienti.
In fondo i clienti ne sono a caccia ogni momento.

Posta un commento