05/07/13

Gestire Facebook pages


Sono stato di recente a un evento dove erano presenti, molto raro, persone che lavorano in Facebook (Dublino).
Il tema era la gestione delle famigerate Facebook pages, ovvero le pagine aziendali su Facebook.
Presenti tante aziende, direi molto desiderose di saperne di più, di capire, di comprendere, di imparare.
Si sa, tutto il mondo e' su Facebook, ormai ogni imprenditore lo studia per capire che farci e chiede quindi a ogni suo uomo marketing di trovare la magica formula per un contenuto che piace, che fa engagement, che viene condiviso, perché, si sa, l'importante e' che se ne parli.
Cosa sostengono gli uomini Facebook?

Parlate poco, state zitti, non rompete le scatole. Questo e' il messaggio, se siete un'azienda 3 post a settimana, non di più. 

Come 3 post a settimana? Ma non erano 3 al giorno? Uno per ogni fascia oraria?
Non era meglio parlare in modo generico, evitare di parlare del proprio prodotto in 8 post su 10?
Come facciamo?
Il panico tra gli ascoltatori. Come ? Non posso e non devo più parlare?

Arrendetevi, care aziende, le persone su Facebook non hanno più gran voglia di "piacere" qualsiasi cosa, ora tolgono il "mi piace", non dialogano più di tanto, non si fanno ingaggiare più di prima.
Ma se già avete ristretto la visibilità dei post come faremo a farci vedere?
C'è chi abbozza di parlare dei suoi esperimenti di campagne su Facebook e qualcuno aggiunge "ho dovuto smettere perché emettete una fattura al giorno... Allucinante, l'amministrazione voleva la mia testa!"
"E' vero, abbiamo un problema da quel lato".

Intanto qualcuno usciva dalla sala chiamando la propria agenzia, "dobbiamo smettere di pubblicare".
Forse bisognerebbe ogni tanto guardare qualche analytics...  Per comprendere ugualmente, in modo onesto, cambiando rapidamente rotta.
Facebook riuscirà a farsi amare anche dalle aziende che spendono valanghe di soldi su adwords?


Posta un commento