06/06/12

Leggi il giornale GRATIS per 3 mesi con COMET


Tante volte partecipiamo a progetti, disegnandoli, montandoli, etc... insomma ne facciamo di tutti i colori.
Negli anni, devo ammetterlo, mi sono divertito tanto e continuo a farlo perchè ho la FORTUNA e lo dico in maiuscolo di partecipare a tante attività sempre nuove e innovative.

Da domani parte in Comet una nuova promozione che mi rende orgoglioso perchè tutti i meccanismi relativi alla nostra parte sono stati da me studiati in ogni dettaglio. Mi è particolarmente piaciuto realizzarlo perchè riguarda l'editoria digitale, l'obiettivo è aiutare l'editore Monrif a convogliare i normali clienti sul mondo digitale attraverso le varie app, cercando magari di far sottoscrivere l'abbonamento al quotidiano.

E' un tema molto importante perchè, credo, riguardi lo sviluppo futuro dell'editoria. Tutti i quotidiani sono impegnati nel disegnarsi il loro futuro passando dalla carta che ha alti costi di produzione e distribuzione alle versioni digitali. Purtroppo nel tempo i siti internet hanno abituato troppo al gratis e ora tornare indietro è difficile, ma bisogna provarci, perchè in ballo c'è la sopravvivenza.

Fino al 31 agosto chi compra un tablet, un notebook o uno smartphone android può quindi utilizzare gratuitamente uno dei nostri codici per registrarsi e ottenere l'accesso al servizio.
Quale target migliore per provare ad avvicinare il lettore?
Il codice personale da stampare sullo scontrino è una mia invenzione, al fine di rendere tutto virtuale, sicuro e digitale naturalmente.
Finalmente si muovono passi importanti per abbattere la carta con enormi risparmi.

Ho perfino mandato 2 righe di spiegazione a tutti i venditori affinchè facciano proprio il conto della serva dimostrando che il tablet, per un lettore assiduo del quotidiano, in 2 anni viene gratis e avanzano pure dei soldi.

Sono molto curioso di verificare i numeri che genereremo sia in termini di codici rilasciati (legati alle vendite) sia soprattutto di abbonamenti attivati e poi convertiti.

Il tablet sta davvero modificando le nostre abitudini... aveva ragione quel tale...


Posta un commento